Il forex è un materiale plastico in pvc espanso, made in Svizzera: l’azienda ha brevettato i panelli in schiuma rigida forex 30 anni fa. Si possono trovare spessori da 1 a 19 mm, tuttavia quelli più comuni sono da 3,5,10 mm. Si possono avere 9 varianti di colori anche se trova largo utilizzo il formato originale in bianco, facilmente stampabile.

È un materiale particolarmente versatile e per questo trova svariate applicazioni in diversi settori ad esempio nell’edilizia per architettura d’interni, pareti, mobili, rivestimenti di facciate, condotte anticondensa, cappe d’aspirazione e ventilazione, fai-da-te e perfino nel mondo dei cosplay e del modellismo.

È un materiale facilmente stampabile, si ottiene una superficie piana ed omogenea, proprio per la struttura molecolare del pvc. È leggero, facilmente trasportabile ma nonostante ciò molto compatto (rispetto al cartone, per esempio), potendo vantare una discreta resistenza all’usura ed agli agenti atmosferici. Per usi esterni si consiglia semplicemente di utilizzare spessori maggiori. A risentirne non è tanto il pannello quanto quello che viene stampato ( l’esposizione prolungata al sole può schiarire/scolorire immagini e scritte).

Molti dei nostri clienti utilizzano Le nostre cnc su questo materiale, per tagli e fresature: il pannello si può tranquillamente forare per applicare viti e gancetti di metallo ma può essere facilmente incollato sulla superficie di destinazione. Alcuni esempi si hanno nella realizzazione di espositori di svariate forme e dimensioni, targhe ed anche i classici pannelli pubblicitari e informativi (non a caso è il materiale più utilizzato proprio dagli studi grafici).

Presenta inoltre un ottimo rapporto qualità/prezzo, da utilizzare in alternativa a materiali più costosi come il plexy o l’alluminio. Come sempre, per l’utilizzo sulle nostre cnc, oltre a dover fissare bene il pezzo su un piano sacrificale in buono stato, si devono solo avere alcune accortezze nei parametri di lavorazione: il forex, anche se di spessore consistente, resta comunque un materiale abbastanza tenero; permette una discreta velocità nelle lavorazioni in generale ma non si devono usare parametri troppo alti. Essendo un materiale plastico, potrebbe riscaldarsi ed impastare, con conseguente effetto negativo sulla lavorazione stessa e sulla qualità e durabilità dell’utensile.